È NetGarden la start-up vincitrice dello Start-Up Contest 2015

Si chiama NetGarden la start-up che si è aggiudicata la prima edizione dello Start-Up Contest, il premio all’innovazione progettuale nell’elettronica rivolto a progettisti indipendenti, società start-up e spin-off universitari. Il concorso, organizzato da Selezione di Elettronica grazie alla collaborazione delle società Digi-Key e Superpartes, si è posto  l’obiettivo di stimolare la creatività imprenditoriale, individuando, premiando e sostenendo finanziariamente e concretamente progetti innovativi basati su componenti microelettronici. Lo scorso 29 ottobre in occasione dell’Innovation Day 2015 le 5 start-up finaliste (ricordiamo che sono stati circa 80 i progetti pervenuti), Iooota, Colibrì, BleMesh, Gipstech e NetGarden, si sono sfidate davanti alla giuria e al pubblico presente in sala nella presentazione della loro idea. Il progetto più innovativo è risultato quello presentato da Nicola Tavernini, fondatore insieme a Daniele Cortellazzi di NetGarden, e si tratta di un prodotto in grado di monitorare lo stato di salute del terreno e le condizioni climatiche andando a rendere disponibili i dati letti attraverso la rete. NetGarden sfrutta la tecnologia M2M, largamente utilizzata in ambiente domotico e in forte espansione in agricoltura, in grado di garantire costi ridotti e copertura globale. Nel dispositivo è presente un modulo Gsm a cui è affiancata una Sim M2M. Tramite la piattaforma cloud ogni persona potrà quindi visualizzare lo stato del proprio terreno, sapere se questo necessita di cure quali irrigazione e aggiunta di fertilizzante, ottenere consigli sulle piante coltivate e le tempistiche per il loro sviluppo. Per rendere più facile la gestione del terreno si è previsto l’implementazione di un secondo modulo aggiuntivo che garantisce l’irrigazione automatica del terreno: l’utente avrà infatti la possibilità di impostare un range di umidità o avere un controllo diretto per l’apertura di una elettrovalvola collegata all’impianto idrico. Senza necessità di recarsi direttamente sul posto sarà possibile mantenere le condizioni ottimali allo sviluppo delle piante. Altri moduli verranno via via aggiunti con l’obiettivo di rendere sempre più automatico il controllo sulla crescita delle piante riducendo gli spostamenti necessari e aggiungendo sempre più parametri monitorati.

NetGarden si è aggiudicata in questo modo l’assegnazione di una serie di ausili concreti – sotto forma di supporto tutoriale e finanziario del valore di 25.000 € – messi a disposizone da Superpartes, che hanno come obiettivo la validazione, l’ingegnerizzazione, l’industrializzazione, la messa in produzione e la commercializzazione del progetto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here